Seleziona una pagina
Condividi

A sorpresa tra i big francesi irrompono le geometrie del video della collezione uomo-donna di Donatella Versace filmate in una babele di scatole/stanze separate. La griffe è uscita dal calendario della Milano Fashion Week (23 febbraio-1 marzo), spostandosi al 5 dello stesso mese su versace.com e sulle piattaforme social. La scelta ha provocato non poche polemiche. Anche perché vissuta come «incapacità di fare sistema» con la capitale meneghina. Tanto più, che il digital di Donatella si svolge proprio nel bel mezzo della settimana di eventi parigini. Colpa forse delle top irrinunciabili per la Maison «acquario» della bellezza femminile. Molte non sono venute a Milano, causa ovviamente, Pandemia. Soprattutto ora che sono di moda le bellezze etniche. Del resto anche Naomi ha dato forfait al Festival di Sanremo. Da qui, lo slittamento di Versace a un’altra data? Corre voce che nel frattempo «abbia rastrellato le 12 ragazze più belle e disponibili su piazza». Tra le quali Gigi e Bella Hadid. Lo stesso Tom Ford si è spostato dal palinsesto americano (del quale peraltro è Presidente) dal 17 febbraio al 26 in contemporanea ai digital schedulati a Milano. Nel frattempo la Maison anticipa la nuova linea di accessori «La Medusa» nei colori marini, contraddistinta dal logo storico e neoclassico di famiglia: simbolo di potere e seduzione. Nel caos generale, insomma, i calendari ufficiali pare vadano sempre più stretti agli stilisti alla luce delle decisioni mutevoli, a tutto tondo, dalla sera alla mattina… «Fortuna» che il web non abbia confini di spazio/tempo.

“Membro orgoglioso della Camera Nazionale della Moda”
Per fugare ogni malinteso, Versace ribadisce il suo sostegno alla Camera Nazionale della Moda: «Questo spostamento – dichiara la stilista in un comunicato – non influisce sul fatto che la Medusa rimanga un membro orgoglioso della Camera Italiana. La griffe sarà sempre un grande sostenitore del sistema made in Italy». Non a caso, la sfilata della designer è strategicamente trasmessa in streaming sul calendario di CNMI, come tutti gli altri show dei suoi colleghi: da Armani a Valentino. Quest’ultimo di «casa» a Parigi che tuttavia non si è mosso: anzi ha raddoppiato la sua trasferta «all’ombra della Madunina» con una sfilata+ piece teatrale al Piccolo Teatro. «Il web – continua la bionda creatrice – concilia percorsi fuori da quelli predefiniti». Come peraltro quelli estetici e anticonformisti di Versace. A riconferma: il video della sfilata a volte capovolto.


Fonte originale: Leggi ora la fonte


Condividi