Seleziona una pagina
Condividi

(ANSA) – BIELLA, 04 FEB – Sta muovendo i primi passi
l’indagine della procura di Biella sui presunti ‘furbetti’ dei
vaccini anti Covid, persone sottoposte alla vaccinazione
nonostante in questa fase, riservata a sanitari e ospiti delle
Rsa, non ne avessero diritto. I carabinieri del Nas, coordinati
dal procuratore Teresa Angela Camelio, hanno sequestrato gli
elenchi delle Asl e ci sarebbero anche degli indagati. Truffa ai
danni dello Stato il reato ipotizzato. Le persone che gli
inquirenti dovranno ascoltare, secondo quanto si apprende,
sarebbero un centinaio.
    Fra i presunti ‘furbetti’ del vaccino, sempre secondo quanto
si apprende, ci sarebbero alcuni amministratori di case di
riposo che non avevano diritto alla vaccinazione e altri che si
sarebbero inseriti fra i lavoratori delle cooperative che
operano all’interno delle Rsa e dell’ospedale. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte


Condividi