Seleziona una pagina
Condividi

(Adnkronos)

Donald Trump annuncia la revoca delle restrizioni ai viaggi da Europa e Brasile a partire dal 26 gennaio per le persone che siano risultate negative al coronavirus, ma un portavoce della prossima amministrazione di Joe Biden fa sapere che “non c’è alcuna intenzione” di revocare il bando.

Il presidente uscente ha affermato che l’ingresso negli Stati Uniti di persone che provengono dall’area Schengen, dal Regno Unito, Irlanda e Brasile “non è più dannoso per gli interessi degli Stati Uniti”. A partire dal 26 gennaio, ai passeggeri in arrivo da quei Paesi basterà esibire una documentazione attestante che sono guariti dal coronavirus o un tampone negativo.

Immediata la replica dell’amministrazione di Joe Biden, che si insedia domani, attraverso il portavoce Jen Psaki: “Sulla base dei consigli del nostro team medico, l’amministrazione non intende revocare queste restrizioni il 26 gennaio. La nostra intenzione è quella piuttosto di rafforzare le misure di sanità pubblica intorno ai viaggi internazionali per mitigare ulteriormente la diffusione del Covid 19”.



Fonte originale: Leggi ora la fonte


Condividi