Seleziona una pagina
Condividi

(ANSA) – CUNEO, 22 GEN – Una organizzazione criminale
internazionale, dedita a corruzione, riciclaggio, auto
riciclaggio ed evasione, è stata smantellata dalla Guardia di
Finanza di Cuneo, in una operazione che ha visto la
partecipazione dei colleghi spagnoli delle Fiamme Gialle e di
Eurojust. Quattordici gli arresti effettuati tra Italia e
Spagna, tra cui quello di Giovanni Piero Montaldo, 77enne
fuggito dall’Italia alla fine degli anni ’80. Sequestrati una
cinquantina di immobili, tra cui una azienda agricola nel
cuneese del valore di 5 milioni di euro.
    I dettagli dell’operazione, battezzata ‘Tre cunei’, vengono
illustrati ora a Cuneo, in diretta streaming con le autorità
giudiziarie di Madrid e Bruxelles (Eurojust).
    In Spagna Montaldo “ha costruito nei decenni una galassia di
società, soprattutto nel mercato immobiliare, intestando i beni
a teste di legno”, spiega il procuratore di Asti, Alberto
Perduca, precisando che l’uomo “è stato arrestato per la sua
pericolosità sociale”. I soldi delle attività illecite, che
avvenivano nella zona di Malaga venivano poi riciclati in
Italia. In dieci anni sono stati trasferiti oltre 20 milioni di
euro.
    Le indagini, durate oltre due anni, sono state portate avanti
da un’apposita squadra di investigatori tra Italia e Spagna, che
ha lavorato in modo coordinato anche durante la pandemia. Tra i
beni sequestrati anche arredi di lusso e opere d’arte; bloccati
in via cautelare oltre 100 conti bancari. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte


Condividi