Seleziona una pagina
Condividi

Va preso per quel che è, ma è comunque da registrare. Michael Bates, il principe reggente di Sealand, la micro-nazione istituita oltre 50 anni fa (2 settembre 1967) su una ex piattaforma militare al largo delle coste dell’Essex del Regno Unito, ha reso noto con una nota ufficiale che “Sealand è esente da casi di contagio da coronavirus” e che dunque ciò colloca il Principato “in un piccolo gruppo di 13 paesi Covid free, quasi tutti insulari”.

Il principe fa sapere di stare facendo pressioni sull’Organizzazione mondiale della sanità e sulle Nazioni Unite “per garantire le vaccinazioni a tutti i nostri cittadini. Con la loro collaborazione, speriamo di iniziare a offrire vaccinazioni contro Covid-19 il prima possibile”.

Sealand è uno dei “13 Paesi Covid free del mondo”

Bates spiega anche che Sealand esercita un “rigoroso controllo dell’immigrazione”, che prevede una quarantena obbligatoria di 10 giorni, tale che consente al suo termine “di svolgere liberamente ai cittadini le loro attività quotidiane senza ostacoli e in molti modi hanno goduto di un una migliore qualità della vita rispetto a molti paesi vicini durante la pandemia”. Il Principato è rifornito via barca delle derrate alimentari e di ciò che altro serve e, spiega ancora Bates, “una volta issate sulla fortezza, le scorte vengono messe in quarantena all’esterno degli elementi per un minimo di 72 ore per essere disinfettate naturalmente. Successivamente, tutte le forniture vengono pulite utilizzando salviettine disinfettanti, prima di entrare in qualsiasi spazio interno, pronte per il consumo. Come parte della nostra procedura standard, teniamo una grande scorta in caso di un evento come un forte temporale che impedisce l’accesso ai canali di approvvigionamento”.

Il principe Michael Bates passa in rassegna la squadra di calcio di Sealand

Il principe Michael Bates passa in rassegna la squadra di calcio di Sealand

C’è, comunque, una battuta d’arresto. “Erano stati pianificati ulteriori lavori di sviluppo della fortezza per l’estate / autunno del 2020, che sono stati rinviati alla primavera del 2021”. Il governo del Principato non si riunirà finché “la nostra popolazione non sarà stata vaccinata a un livello sicuro”.


Fonte originale: Leggi ora la fonte


Condividi