Seleziona una pagina
Condividi

(ANSA) – MILANO, 16 GEN – In piazza insieme agli studenti
milanesi che protestano contro la didattica a distanza oggi
c’era anche il sindacalista Aboubakar Soumahoro. L’attivista
ivoriano naturalizzato italiano, che si batte per i diritti dei
braccianti agricoli, ha raggiunto studenti e genitori in
presidio davanti al liceo Vittorio Veneto di Milano, dove questa
mattina alcuni ragazzi hanno occupato l’istituto.
    “State dando un insegnamento all’intero paese, questo è il
paese reale, qui c’è il paese reale che ci permetterà di
rialzarci – ha detto parlando al megafono – Perché senza cultura
non c’è vita, senza scuola non c’è futuro e senza una cultura
della generosità, della solidarietà, della libertà,
dell’altruismo non riusciremo ad alzarci. Siamo stati messi in
ginocchio non solo dalla pandemia ma per l’assenza di una
politica capace di accompagnare la scuola come pilastro della
comunità”.
    In piazza per il presidio che chiede il rientro a scuola in
presenza c’erano molti ragazzi ma anche genitori. Gli studenti
del liceo Vittorio Veneto hanno deciso che rimarranno ad
occupare la scuola anche questa notte. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte


Condividi