Seleziona una pagina
Condividi

CRONACA

Roma, Ade colpisce ancora. Dopo Colosseo video denuncia su Piramide: ‘funerale cultura'

Dopo la visual bombing al Colosseo dello scorso lunedì, tocca alla Piramide. I ragazzi del collettivo anonimo Ade (Art Doesn’t Expire – L’arte non scade) hanno firmato ieri sera una nuova azione clandestina, proiettando un video sulle pareti della Piramide Cestia per denunciare la prolungata chiusura dei luoghi di cultura.

“Quando i luoghi di cultura chiudono – si legge – noi apriamo gli occhi”. Nel video si vedono una serie di ricerche online che riportano la chiusura di cinema, teatri e circoli artistici e culturali. La frase è l’invito del collettivo a portare l’attenzione sulla chiusura prolungata degli spazi dedicati all’arte e alla cultura, che ha determinato un enorme vuoto nella vita della nostra società e nonostante questo viene lasciata in secondo piano nel dibattito pubblico. La scelta della Piramide, monumento funerario per eccellenza, non è un caso: l’azione di ieri voleva infatti richiamare un suggestivo e spettacolare funerale della cultura.


Il video – come il precedente – si conclude con la frase “BEST BEFORE 12.01” (da consumarsi preferibilmente entro il 12.01). I ragazzi, che non hanno rilasciato informazioni sulle prossime azioni in programma, garantiscono che questo percorso è solo all’inizio. Il collettivo, che ha aperto un profilo su Instagram @ade_project_ , preferisce per ora rimanere nell’anonimato

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.



Fonte originale: Leggi ora la fonte


Condividi