Seleziona una pagina
Condividi

“Se arrivano le forze dell’ordine prenderemo la multa e la metteremo nel cassetto, prenderemo le multe fatte anche ai nostri clienti, faremo migliaia di ricorsi”. Lo conferma Umberto Carriera, ristoratore di Pesaro, che spiega l’iniziativa #ioapro del 15 gennaio, che prevede attività di locali, ristoranti e bar, in difformità a quanto previsto dai dpcm per fronteggiare il coronavirus.

L’imprenditore è ospite di Matteo Salvini, che ha organizzato una diretta Facebook, per presentare l’iniziativa di “oltre 60mila imprese”, secondo quanto ha assicurato lo stesso Carriera. “Noi – conclude – apriamo venerdì, altrimenti non riapriamo più”.

“C’è voglia di vivere tranquilli, è bene ricordare che l’Italia è una Repubblica fondata sul lavoro” dice Salvini concludendo il suo collegamento Facebook con il ristoratore di Pesaro. “Per me la libertà non ha mercato, ritenevo mio dovere dare la parola a chi tutela la salute e mette al centro il lavoro”, conclude il leader della Lega.



Fonte originale: Leggi ora la fonte


Condividi