Seleziona una pagina
Condividi

(ANSA) – MILANO, 14 OTT – Intascavano il reddito di
cittadinanza grazie a documenti falsi realizzati ad hoc di
persone aventi titolo: oltre 50 persone sono così state
denunciate dalla Polizia di Stato che ha individuato una banda
che inviava stranieri agi uffici postali di Milano per
intascare, sotto mentite spoglie, l’emolumento.
    Chi si presentava agli sportelli aveva cittadinanza italiana
ma non sapeva parlare l’italiano a tal punto da insospettire gli
operatori. È così che la Polizia Postale di Milano ha dato avvio
all’indagine. Gli stranieri, provenienti da Romania, Austria e
Germania, si presentavano agli uffici postali inviati da una
sorta di network che li assoldava. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte


Condividi