Seleziona una pagina
Condividi

«Berlusconi al Quirinale? Una cosa spiritosa. Credo sia un atto simbolico e antroposofico; stento a credere che uno possa farlo con convinzione, però probabilmente sfugge solo alla mia logica». Drusilla Foer, prossima co-conduttrice del Festival di Sanremo, interviene così al Tg Zero di Radio Capital sulla prossima elezione del capo dello stato. «In Draghi ho fiducia – prosegue l’attrice – una persona perbene. Ho preso questa abitudine da mio padre: cerco di dare fiducia a chi lavora». E aggiunge: «Sono ottimista come mia madre che quando mio padre le disse: “questo Mussolini non mi convince troppo” lei rispose: “caro, se non andrà bene lo cambieranno!”». Sul prossimo Festival di Sanremo Drusilla Foer non ha dubbi: «Non indosserò tacchi alti, alla mia età rischio la vita scendendo quelle scale, mi gioco il femore! Ma non metterò le ballerine – puntualizza – che sono scarpe che mi fanno orrore e mi innervosiscono. Insomma, se riuscirò a fare quella scalinata avrò scavallato!». Infine un ringraziamento ad Amadeus, direttore artistico del festival: «Ha fatto un atto di audacia scegliendo un soggettino discusso e non accomodante come me, spero di premiare questa audacia nel miglior modo possibile».


Fonte originale: Leggi ora la fonte


Condividi