Seleziona una pagina
Condividi

Il consigliere comunale di Biella Franco Mino, della Lega, ha rassegnato le sue dimissioni, dopo che questa mattina il sindaco Claudio Corradino, anche lui del Carroccio, e il segretario cittadino del partito, Michele Mosca, lo hanno invitato a lasciare. Motivo della richiesta il post “gli ebrei non meritano la mia attenzione” scritto da Mino su Facebook in occasione del Giorno della Memoria, da cui nelle scorse ore l’amministrazione comunale e la Lega hanno preso le distanze. 

 “Se ne sono sempre fregati delle violenze sugli africani”, aveva scritto Mino mercoledì, in occasione della Giornata della Memoria, a proposito degli ebrei. “Nel ruolo che ricopro di primo cittadino e a nome di tutta l’amministrazione comunale non condivido il pensiero di Mino sul tema della Shoah e della Giornata della Memoria. Credo nella sua buona fede e che si sia trattata solo di una ingenuità”, è il commento del sindaco Corradino, che ne ha chiesto le dimissioni. “Quelle parole appaiono quanto mai fuori luogo e non condivisibili – ha aggiunto il segretario della Lega Mosca -. La Lega è da sempre dalla parte di coloro che soffrono e lo è ancor di più nei confronti del popolo ebraico. Sono stupito, Mino è uno storico militante del nostro movimento, evidentemente quando le scriveva non deve averne compreso appieno la portata e la gravità delle sue parole”. 

   


Fonte originale: Leggi ora la fonte


Condividi