Seleziona una pagina
Condividi

Morte dopo il parto per un’infezione da herpes. La 29enne Kimberley Sampson  e la 32enne Samantha Mulcahy sono morte dopo essere state sottoposte a un taglio cesareo dallo stesso chirurgo. Il sospetto, infatti, è che il loro decesso sia collegato.

Leggi anche > I ladri strappano la figlia dalle sue braccia e la gettano in piscina, bimba di 9 mesi annega davanti alla madre

Le due neomamme erano state ricoverate in due ospedali diversi del Kent ma gestiti dalla stessa società, l’East Kent Hospitals Trust, e avevano subito l’intervento dallo stesso chirurgo. Poco dopo il parto hanno scoperto di avere una grave infezione da herpes e dopo qualche settimana sono morte tutte e due anche se a due mesi di distanza l’una dall’altra. Inizialmente le indagini hanno mostrato che non c’erano collegamenti tra i due eventi, ma successivamente si è pensato che potessero invece essere connesse e le famiglie delle due donna hanno chiesto che venga fatta chiarezza. 

Le due donne erano perfettamente sane fino al momento del parto, i bambini sono nati senza problemi ma le mamme hanno iniziato a stare male e dopo qualche settimana hanno avuto entrambe bisogno di nuove cure ospedaliere a causa delle gravi infezioni sviluppate. Per entrambe è stata diagnosticata una infezione ma sono passati altri giorni per capire che l’origine di tutto era una Infezioni da virus herpes simplex  e quando si è scoperto era troppo tardi.

Quando sono state sporte le denunce si è scoperto che le donne erano state operate dallo stesso chirurgo e sono stati chiesti accertamenti che hanno confermato che entrambi i casi “sembrano una contaminazione chirurgica”. Ora si chiede che vengano approfondite le indagini per capire cosa e come possa essere accaduto. 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 25 Novembre 2021, 19:22
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fonte originale: Leggi ora la fonte


Condividi