Seleziona una pagina
Condividi

(ANSA) – ROMA, 20 GEN – Nel 2020 – nonostante il Covid –
34.154 migranti sono giunti in Italia via mare (il 60% a
Lampedusa), il triplo rispetto agli 11.471 del 2019. In 4.100
sono invece arrivati via terra attraverso il confine
italo-sloveno. Lo indica un rapporto dell’Unhcr.
    Il 38% di chi è sbarcato è rappresentato da tunisini: seguono
bengalesi (12%) e ivoriani (6%). Circa 4.500 degli arrivi via
mare sono stati soccorsi da navi ong: gli altri sono stati
intercettati dalle autorità vicino alle coste oppure sono
arrivati autonomamente.
    Le domande di asilo nel corso dell’anno sono state 26.551, in
netta flessione rispetto all’anno precedente. Tra gennaio e
settembre le richieste di protezione internazionale esaminate
sono state 29.547. Lo status di rifugiato o la protezione
sussidiaria è stato concesso al 21% dei richiedenti. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte


Condividi