Seleziona una pagina
Condividi

Anche nel giorno dell’Epifania nevicherà sui monti del Triveneto, anche se in misura minore rispetto ai giorni scorsi. È forte però il pericolo di valanghe, che il servizio Meteomont dei Carabinieri forestali indica di livello 4 (su una scala di 5) su Alpi piemontesi, Apuane e Appennino abruzzese. Su resto del Nord piovaschi sparsi in Pianura Padana e tempo più soleggiato sui rilievi occidentali. La Protezione civile ha posto otto regioni in allerta gialla per precipitazioni: Emilia- Romagna, Toscana, Umbria, Lazio, Campania, Abruzzo e Molise nelle aree interne e parte della Basilicata. Il maltempo infatti colpirà tutta la fascia tirrenica, mentre risparmierà quella adriatica. Vediamo nel dettaglio con l’aiuto degli esperti de IlMeteo.it.

Le previsioni di IlMeteo.it
Le previsioni di IlMeteo.it

Nord

Nevicate sulle Alpi del Triveneto e piovaschi sparsi sulla Pianura Padana. Neve sul Cuneese e in collina sul resto del Piemonte. In Veneto è l’inizio di inverno più nevoso degli ultimi 15 anni: a 1500 metri di quota il manto raggiunge e supera quasi ovunque i 150 centimetri, mentre a 2000 metri, e in qualche località prealpina anche a quote inferiori, supera i 2 metri. Valanghe: allerta 3 su Alpi liguri, lombarde, venete e in Friuli-Venezia Giulia.

Centro e Sardegna

Neve sugli Appennini centrali, anche a quote collinari, soprattutto su Lazio e Abruzzo. Possibili nevicate anche a Firenze. Tempo instabile su alta Toscana, Umbria e Lazio con precipitazioni sparse. Soleggiato in Sardegna e nubi sparse sui versanti adriatici. Venti di libeccio, mari mossi. Valanghe: allerta 3 sull’Appennino tosco-emiliano.

Sud e Sicilia

Cielo a tratti coperto su gran parte delle regioni e con precipitazioni più diffuse sulla Campania, deboli in Basilicata e in Puglia. Spazi soleggiati sul Gargano e più ampi su Calabria e Sicilia.

5 gennaio 2021 (modifica il 5 gennaio 2021 | 17:21)

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fonte originale: Leggi ora la fonte


Condividi