Seleziona una pagina
Condividi

CRONACA

Maria Chindamo, pentito rivela: Uccisa e data in pasto a maiali

(Foto dal profilo Facebook)

Uccisa e “fatta macinare con un trattore o data in pasto ai maiali”. Sarebbe questa la tragica fine di Maria Chindamo, l’imprenditrice 44enne scomparsa il 6 maggio del 2016 nelle campagne di Limbadi, nel Vibonese. E’ l’ultima rivelazione, come riferisce ‘Il Vibonese’, fatta agli inquirenti dal collaboratore di giustizia Antonio Cossidente, ex componente del clan dei Basilischi, in Basilicata.

L’imprenditrice, in particolare, come riferito dal pentito, sarebbe stata uccisa dopo essersi rifiutata di cedere un terreno a Salvatore Ascone, indagato per l’omicidio dell’imprenditrice.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.



Fonte originale: Leggi ora la fonte


Condividi