Seleziona una pagina
Condividi

(Adnkronos)

Quinto pareggio stagionale per l’Inter che alla Dacia Arena non va oltre lo 0-0 contro un’ottima Udinese sprecando l’occasione di laurearsi campione d’inverno nella sfida a distanza coi ‘cugini’ rossoneri sconfitti 3-0 a San Siro dall’Atalanta. In classifica i nerazzurri salgono a 41 punti, due in meno dei rossoneri, salgono a 18 i friulani.

Al 7′ nerazzurri subito pericolosi, Lautaro Martinez a tu per tu con Musso insacca ma l’arbitro Maresca annulla per fuorigioco. Al 23′ errore di Becao che serve involontariamente Lautaro nel cuore dell’area, Musso si salva in tuffo parando un rigore in movimento. Insiste l’Inter, al 28′ gran botta al volo da fuori area di Barella che sfiora un gran gol.

A inizio ripresa palla dentro di Young per Hakimi che sbaglia lo stop. Doppio cambio per Gotti, dentro Mandragora e De Maio per Bonifazi e Deulofeu. Al 63′ Hakimi crossa al centro per Lukaku che in scivolata non arriva per pochissimo alla deviazione vincente.

Cinque minuti dopo occasione per i friulani, Pereyra scarica per De Paul il cui tiro a giro esce di poco con Handanovic immobile.

A caccia dei tre punti Conte ridisegna la squadra. Dentro Sensi, Alexis Sanchez e Perisic per Vidal, Lautaro e Young per un’Inter più offensiva. Al 75′ percussione di Hakimi che tenta un diagonale fuori di poco.

All’88’ cross troppo forte di Hakimi, Lukaku non ci arriva. Forcing finale dell’Inter a caccia della vittoria ma il fortino bianconero regge, dopo 4 minuti di recupero arriva il triplice fischio dell’arbitro. Nei minuti finali espulso Conte per proteste.



Fonte originale: Leggi ora la fonte


Condividi