Seleziona una pagina
Condividi

Se sentiamo un profumo e chiudiamo gli occhi dove ci porta? In compagnia di quale persona, di quale ricordo, di quale paesaggio? È un luogo privato e pieno dei nostri desideri. Ecco perché di questo 2021 appena cominciato, dove si celebrano anniversari importantissimi — Gramsci nasceva 140 anni fa, Sciascia cento, la nostra Repubblica compie 75 anni, sono 10 dalla morte di bin Laden — noi scegliamo un profumo, Chanel N° 5, lanciato da Coco Chanel il 5 maggio di 100 anni fa e reso immortale da Marilyn.

Mese per mese, in una selezione arbitraria, partiamo dal Festival di Sanremo, che debuttò il 29 gennaio 1951 con venti canzoni e tre interpreti (Nilla Pizzi, il Duo Fasano e Achille Togliani). Il 22 febbraio 1921 nasceva Giulietta Masina e con lei celebriamo il talento delle donne e la loro inesauribile capacità di amare. L’11 marzo 2011 è la data del disastro nucleare di Fukushima: ci ricorda che non deve ripetersi mai più. Il 12 aprile 1961 Jurij Gagarin vola nello Spazio e apre la strada a sogni che ci nutrono ancora. Il 13 giugno 1981 muore dentro un pozzo Alfredino Rampi: il suo sorriso ci ricorda la prima tragedia cui assistemmo in diretta tv.

Leggi anche

Il 27 luglio 1921 a Toronto viene isolato l’ormone dell’insulina che ha cambiato la vita a milioni di diabetici. Il 4 agosto per Obama saranno 60 anni e con Biden presidente avrà un motivo in più per fare festa. Il 4 settembre sono cent’anni dal primo Gran Premio d’Italia. Il 20 ottobre 2011 viene ucciso Gheddafi: per la Libia fine di un’epoca, inizio del caos. L’8 novembre 1971 i Led Zeppelin pubblicano la loro scala per il paradiso, con il miglior assolo di chitarra mai eseguito secondo Guitar World. E nel dicembre 1922, ma vale per il 1921, viene assegnato il Nobel per la Fisica ad Albert Einstein: lui ci ricorderà per sempre l’importanza della relatività.

5 gennaio 2021 (modifica il 6 gennaio 2021 | 19:31)

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fonte originale: Leggi ora la fonte


Condividi