Seleziona una pagina
Condividi

Ha festeggiato i suoi 96 anni leggendo i giornali online il più anziano abbonato d’Italia: Gaetano Lauricella, milanese, classe 1925 da molti anni è abbonato all’edizione online del Corriere e passa le sue mattinate tenendosi informato su una molteplicità di materie che lo appassionano e che lo tengono saldamente ancorato alla realtà. «Ho iniziato a leggere i giornali sin da ragazzo, in Sicilia dove abitavo, nel Catanese, con la mia famiglia, papà era maresciallo dei carabinieri. La lettura dei giornali nel mio caso si è intrecciata con la storia, che ho vissuto in prima persona assistendo allo sbarco in Sicilia degli Alleati sulle coste siciliane il 9 luglio 1943. La caduta di Pantelleria segnò l’inizio della campagna d’Italia, ricordo i paracadutisti che scendevano dal cielo, i carrarmati che sbarcavano sulla terraferma. Mio papà era maresciallo a Nicolosi in provincia di Catania. Terminata la guerra, nel ‘45 sono venuto a Milano. Un viaggio per l’epoca avventuroso, con i camion, con i tir e col treno».

Leggi anche

L’accoglienza di Milano

Milano fu subito aperta e accogliente con quel ragazzo di vent’anni, offrendogli immediatamente la possibilità di lavorare. «È proprio vero che Milan riceve col coeur in man, chi aveva voglia di lavorare trovava subito una possibilità. Basta non rifiutare le occasioni. Dopo vari lavori sono diventato agente commerciale e rappresentante di gruppi del settore moda come Rocco Barocco e Gft, il gruppo finanziario tessile, di cui facevano parte marchi noti come Facis. Ho ricevuto tanta fiducia dai miei clienti. Sempre nell’immediato dopoguerra ho conosciuto mia moglie Maria Luisa, con la quale ci siamo sposati dopo 8 anni di fidanzamento. Lei era impiegata alla Sidercomet. Poi è nato nostro figlio Alberto, ora ingegnere e stimato professionista, molto affettuoso e legato a me da tanti interessi comuni, come appunto la lettura dei libri e dei giornali. Come è cambiata Milano dal ‘45 ad oggi? Personalmente io preferivo la Milano di prima dal punto di vista umano, certo ora è molto bella e funzionale ma c’è anche più freddezza, arrivismo ed egoismo. Prima c’era davvero della bravissima gente, con una umanità incredibile».

Il segreto della freschezza mentale

Gaetano Lauricella spiega così il segreto della sua longevità e della incredibile lucidità mentale che ancora conserva, «la mia grande passione ora è la lettura dei giornali online, sono abbonato al Corriere online sin dagli inizi e sono molto soddisfatto, trovo la vostra informazione online ricca, pratica e ben fatta. E da quando esiste la preferisco alla carta, ritengo che sia più funzionale anche per un grande anziano come me. Seguo la politica, la cronaca nazionale e locale, la cultura e il mio Milan, la squadra del cuore. Seguo ovviamente anche le vicende del Covid, che per ora non mi ha riguardato, grazie anche alle precauzioni e ai sacrifici di chi come mio figlio si prende cura di me e cerca di evitare occasioni di contagio. A febbraio mi hanno promesso che sarò vaccinato, speriamo che così torni per tutti la normalità e che Milano fiorisca di nuovo, come le ho visto fare tante volte, dal’45 in poi». Il signor Gaetano Lauricella è anche presente su Facebook: «Conoscere e dialogare con persone nuove è sempre piacevole e stimolante, poi chissà che non mi contatti qualche bella signora!»

6 gennaio 2021 (modifica il 6 gennaio 2021 | 19:19)

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fonte originale: Leggi ora la fonte


Condividi