Seleziona una pagina
Condividi

La tregua è durata poco, giusto il tempo delle festività natalizie. I No Pass e i No Vax tornano in piazza in diverse città italiane, da Roma e Milano, da Venezia a Torino. Al centro delle proteste, oltre al Super Green Pass, la novità dell’obbligo vaccinale per gli over 50 introdotto dal governo Draghi.

«Facciamo come in Kazakhstan, protestiamo contro la dittatura»: a Roma l’appuntamento, come sempre circolato sui social e in particolare sulle chat Telegram, è in Piazza San Giovanni alle 14.30. Gli organizzatori ufficiali della protesta, il gruppo «Verità e Libertà», per bocca del coordinatore Angelo di Stefano rassicurano: niente violenza. Dopo un vertice sulla sicurezza, tenutosi giovedì scorso, le forze dell’ordine hanno ricevuto disposizione di presidiare la zona senza particolari misure d’emergenza. Gli uomini della Digos restano comunque in allerta.

Manifestazione anche a Milano, in Piazza XXV Aprile, dove secondo gli organizzatori di Italexit sarà presente anche il premio Nobel per la medicina del 2008, Luc Montagnier. «E’ ufficiale, abbiamo risolto tutti i problemi burocratici, abbiamo l’ufficialità della piazza, abbiamo i biglietti», ha spiegato Gianluigi Paragone in un video social. «Montagnier sarà a Milano con noi e inizieremo una lunga maratona dalle 15 alle 18, avremo interventi con Robert Kennedy Junior, collegamenti e interventi con protagonisti dello sport come Marco Melandri, avremo il dottor Donzelli che ci parlerà anche lui di come la retorica dominante in tv di fatto sia sbugiardata da quello che comincia a emergere».

A Napoli il sit-in dei No Vax è previsto in Piazza Dante alle 15: l’evento, chiamato “Adunata nazionale: prova di forza contro il governo italiano” è stato annunciato su YouTube con citazioni di Maradona, Pino Daniele e Gomorra. «E’ il momento di risorgere dalle ceneri», promettono i No Vax. «Lo Stato ci sta ammazzando, i media ci infangano ogni giorno». Il sindaco della città, Gateano Manfredi, ha disposto la «blindatura» della piazza da parte delle forze dell’ordine a partire dalle 13. La manifestazione dovrebbe durare diverse ore, con tanto di chiusura-concerto del cantante Povia. 

Manifestazioni sono previste anche a Torino, Venezia e in altre città italiane.


Fonte originale: Leggi ora la fonte


Condividi