Seleziona una pagina
Condividi

(ANSA) – CAGLIARI, 30 GEN – E’ atteso tra domani e lunedì il
pronunciamento del presidente del Tribunale amministrativo della
Sardegna in merito al ricorso depositato ieri dalla Regione per
il declassamento in zona arancione e la mancata rivalutazione
dello status da parte del ministero della Salute. L’avvocatura
della Regione ha chiesto un decreto cautelare “inaudita altera
parte”. Questo significa che il pronunciamento con decreto
presidenziale sarà immediato. In teoria sarebbe potuto arrivare
oggi stesso, ma è più probabile che venga pubblicato tra domani
o lunedì. E’ possibile – apprende l’ANSA – che il presidente del
tribunale abbia già chiesto all’avvocatura dello Stato di
presentare delle brevi osservazioni e si sia riservato di
studiarle stasera o domani mattina per poi comunicare la
decisione presa. Certo sarebbe straordinario se già domani
facesse un decreto, indipendentemente che sia di accoglimento o
di rigetto, considerato che un pronunciamento di domenica non è
frequente.
    La richiesta di decreto cautelare inaudita altera parte è
cosa diversa dalla richiesta di sospensiva ordinaria che è tale
per cui si decide in camera di consiglio nella prima udienza
utile già fissata. L’inaudita altera parte, invece, è fatta con
richiesta di pronunciamento prima dell’udienza già fissata, in
via straordinaria. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte


Condividi