Seleziona una pagina
Condividi

(ANSA) – TORINO, 05 MAR – Sono “numerosi” i fascicoli aperti
nel 2020 dalla procura della Corte dei Conti del Piemonte per
questioni legate al Covid e, in particolare, alle spese della
pubblica amministrazione. Diversi, inoltre, riguardano i “decessi nelle Rsa e case di cura”. E’ quanto si ricava dalla
relazione diffusa dal procuratore regionale, Quirino Lorelli,
all’inaugurazione dell’anno giudiziario. “Si tratta – ha
spiegato – di fatti collegati alla fase pandemica e ai correlati
acquisti di beni, merci e servizi da parte degli enti del
Servizio sanitario regionale”.
    I nuovi procedimenti, insieme a quelli sulle Rsa e sugli
indennizzi per l’eccessiva durata dei processi (la cosiddetta
Legge Pinto), hanno contribuito in misura significativa
all’aumento complessivo dei casi incardinati dalla procura nel
corso dell’anno, che sono stati 4.817 rispetto ai 4.224 del 2019
(+14%). (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte


Condividi