Seleziona una pagina
Condividi

(ANSA) – NUORO, 31 GEN – Dopo l’inchiesta sul mancato
rispetto delle priorità nella somministrazione dei vaccini
anticovid, la Procura di Lanusei apre un nuovo fascicolo per
far luce su eventuali negligenze, relative al mancato rispetto
dei protocolli sanitari nella sanificazione dei locali. Come
riportato oggi sul quotidiano l’Unione Sarda e come confermato
all’ANSA dagli inquirenti, a finire sotto la lente di
ingrandimento della Procura è stata la ditta incaricata della
sanificazione nell’ospedale Nostra Signora della Mercede di
Lanusei e dei locali delle Usca. Al momento risultano iscritti
nel registro degli indagati due persone della stessa ditta.
    Ieri i carabinieri del Nucleo per la tutela della salute hanno
condotto un’ispezione all’ospedale Nostra Signora della Mercede e nella sede Usca di Bari Sardo, passando al setaccio gli
ambienti sanitari e i protocolli preventivi all’interno delle
strutture,nonchè i prodotti igienizzanti utilizzati. Già oggi il
Pm Gualtiero Battisti che coordina l’indagine avrà a
disposizione il rapporto del Nas. La Procura, nei cui tavoli
sono arrivate delle segnalazioni, vuole vederci chiaro dopo gli
ultimi casi di contagio – una decina tra personale
amministrativo e infermieri – avvenuti nell’ambiente sanitario.
    Si tratta di capire se è stato fatto il possibile per il
contenimento del contagio partendo dalle procedure di pulizia e
sanificazione.
    L’inchiesta procede parallelamente a quella aperta nei giorni
scorsi a causa della segnalazione di un medico della Assl di
Lanusei, non vaccinato ma esposto al rischio contagio, che aveva
sottolineato il mancato rispetto delle priorità delle
vaccinazioni. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte


Condividi