Seleziona una pagina
Condividi

Sono iniziate stamattina le operazioni di richiamo delle vaccinazioni anti Covid somministrate lo scorso 27 dicembre, il Vax Day, a 265 operatori sanitari in Friuli Venezia Giulia. Lo conferma all’ANSA Ariella Breda, dottoressa monfalconese del Dipartimento di prevenzione di Gorizia dell’Azienda sanitaria universitaria giuliano-isontina, la quale, oltre ad aver scoperto il primo contagio in Friuli Venezia Giulia, è stata la prima cittadina della regione a essere stata vaccinata contro il covid-19, nella sede centrale della Protezione civile, a Palmanova (Udine).

“Questa volta – ha spiegato Breda – l’inoculazione del vaccino avverrà presso la struttura sanitaria di riferimento in base alla residenza, come da routine. In mattinata ci sono state già le prime inoculazioni della seconda dose. Io per il richiamo ho appuntamento stasera all’ospedale della mia città, esattamente 21 giorni dopo la prima dose”.

Intanto il Veneto scende dopo mesi sotto la quota dei mille nuovi contagi Covid giornalieri, esattamente 998 nelle ultime 24 ore. Ancora piuttosto alto invece il numero dei decessi, +47 rispetto a ieri, che fanno superare alla regione la quota di 8.000 vittime dall’inizio dell’epidemia. Lo riferisce il bollettino della Regione, confermando il rallentamento della curva dei positivi. Il numero totale degli infetti sale 299.170, quello delle vittime a 8.025. Scende la pressione sugli ospedali, ma solo per i ricoveri in area non critica, 2.661 (-54), mentre restano stabili, 354, le terapie intensive.
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte


Condividi