Seleziona una pagina
Condividi

(Adnkronos)

“Non appena leggeremo le motivazioni della sentenza di Cassazione faremo le nostre valutazioni anche nel senso di una possibile richiesta di revisione anche a prescindere dall’analisi dei reperti”. Lo afferma l’avvocato di Massimo Bossetti, Claudio Camporini, ospite stasera della trasmissione ‘Iceberg Lombardia’ in onda su Telelombardia spiegando che la difesa potrebbe chiedere la revisione del processo già adesso, prima ancora di effettuare le analisi autorizzate ieri dalla Corte di Cassazione.

“Secondo noi – afferma l’avvocato – abbiamo il diritto, dopo la decisione della Cassazione di ieri, di svolgere una serie di accertamenti in vista di una eventuale revisione, accertamenti che ovviamente vogliamo fare in contraddittorio. La magica comparsa nei mesi scorsi di 54 campioni di Dna che per tutto il processo sono stati definiti inesistenti potrebbe legittimare, soltanto questo, una richiesta di revisione. Anche perché ci sono già tutti gli elementi: la novità e la decisività, in un senso o nell’altro. A questo punto valuteremo anche questa possibilità, addirittura di andare subito a revisione. Noi siamo abituati a leggere e rispettare le decisioni, in questo caso della Cassazione”. Quindi ha aggiunto: “In merito al lavoro che sta effettuando il pool di avvocati e consulenti nominati dalla moglie di Bossetti, Marita Comi, per una loro richiesta di revisione del processo abbiamo già provveduto con un esposto. Ci siamo rivolti al consiglio disciplinare di Catanzaro nei confronti di due colleghi avvocati: noi siamo i difensori di Bossetti e non possiamo accettare interferenze abusive della nostra attività. Quello che sta accadendo è molto grave e scorretto”.



Fonte originale: Leggi ora la fonte


Condividi