Seleziona una pagina
Condividi

L’ultima l’hanno persa. Ma per un decennio ci hanno messo anima e cuore, rappresentando con orgoglio il beach volley italiano in giro per il mondo. Paolo Nicolai e Daniele Lupo si separano, come anticipato in questi giorni da La Stampa, per aprire un nuovo ciclo sportivo in vista dei Giochi di Parigi 2024. Il match dei saluti a Cagliari, nel match per il bronzo delle Sardinia Finals, l’ultima tappa dell’anno del tour internazionale della pallavolo outdoor. A vincerla 2-0 (23-21, 21-17) gli olandesi Steven van De Velde e Christiaan Verenhosrt, anche se la vera occasione i due azzurri l’hanno sciupata sabato sera quando, in semifinale, si sono arresi soltanto al tie break ai cechi Ondrej Perusic-David Schweiner. Un passo e avrebbero acciuffato la finale per il titolo, giocandosi l’oro nell’ultimo match prima di dividersi. Nicolai e Lupo sono il volto del beach volley azzurro, del resto sono loro i primi italiani ad aver vinto una medaglia olimpica in questa disciplina, l’argento ai Giochi di Rio del 2016. Senza contare i tanti successi in giro per il mondo e la vittoria agli Europei del 2014 giocati a Quartu Sant’Elena. Un successo continentale ripetuto poi altre due volte.

«Siamo felici e orgogliosi di essere qui per confrontarci sulle progettualità – ha dichiarato Diego Nepi, direttore generale di Sport e Salute e braccio operativo del Coni di Malagò – in un giorno speciale in cui celebriamo una grande storia di sport, quella di Paolo Nicolai e Daniele Lupo, la coppia azzurra di beach volley più vincente di sempre che gioca la sua ultima partita proprio alle Sardinia Beach Finals. Vogliamo valorizzare l’intera filiera sportiva del Paese e fare un gioco di squadra vincente».

Nel futuro di Daniele Lupo potrebbe esserci un altro giocatore esperto come Alex Ranghieri o Enrico Rossi. Suggestiva invece l’ipotesi di una coppia Paolo Nicolai-Adrian Carambula.


Fonte originale: Leggi ora la fonte


Condividi