Seleziona una pagina
Condividi

(ANSA) – TRIESTE, 23 GEN – Il Prefetto di Trieste, con
un’ordinanza, ha disposto la chiusura per trenta giorni del bar “al Foro” protagonista di contestazioni alle regole per le
aperture degli esercizi commerciali, anche dopo numerose
sanzioni.
    Il titolare, “perseverando nell’azione di protesta con
modalità non consentite dalle vigenti disposizioni – scrive il
Prefetto Valenti nel provvedimento – lede gli interessi primari
che dette disposizioni vogliono tutelare.” Pur sottolineando “la
grave situazione attraversata da tanti esercizi commerciali” e “le preoccupazioni e i problemi che i titolari degli stessi
devono affrontare”, e nel fatto che “questi ultimi troveranno
sempre nella mia persona un interlocutore attento e operativo”,
ha specificato Valenti, “le manifestate intenzioni” di
continuare l’attività “non può essere consentito anche perché si
fornisce terreno fertile per estemporanei atteggiamenti di altri
soggetti” che mettono “a rischio l’ordine e la sicurezza
pubblica”.
    Valenti infine ha indicato che “sulla scorta di precise
direttive ministeriali, è attivo un costante monitoraggio del
territorio sulla corretta osservanza delle misure anticovid-19,
in un momento particolarmente delicato dell’evoluzione
dell’epidemia” e “il comportamento di ciascuno diventa
essenziale nell’azione di contrasto
all’agente patogeno”. Infine, il Prefetto si è augurato “che il
titolare voglia cessare da questo
atteggiamento anche per evitare ulteriori e più gravi fasi
dell’azione sanzionatoria”. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte


Condividi