Seleziona una pagina
Condividi

(ANSA) – ROMA, 11 GEN – “Capisco i ragazzi: il diritto
all’istruzione è essenziale, sarei anch’io arrabbiata. Io ho il
dovere di dire loro che il governo ha fatto tutto quello che
doveva per il rientro a scuola. A maggio 2020 i medici mi
scrivevano per chiedere di lasciare chiusa la scuola e così è
stato, oggi ricevo lettere di tanti medici che mi chiedono di
aprire le scuole: vedono le difficoltà dei loro figli. Ieri sera
ho ricevuto la lettera di un anestesista”. Lo ha detto la
ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina su Radio Rai 1. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte


Condividi