Seleziona una pagina
Condividi

(ANSA) – CAGLIARI, 05 GEN – Seconda e ultima giornata in
Ogliastra della prima fase della campagna di screening della
Regione “Sardi e sicuri” (i test verranno ripetuti tra una
settimana su tutti i soggetti risultati negativi al tampone),
sotto la regia dell’Ats e in collaborazione con il microbiologo
Andrea Crisanti. Nella prima giornata, su oltre 14mila test
effettuati, sono state 66 le persone risultate positive al
Covid, meno dello 0,5%. L’obiettivo è quello di coinvolgere
oltre 30mila persone in due giorni con test antigenici rapidi in
46 postazioni con 180 operatori in servizio.
    “Siamo partiti con il piede giusto – commenta il presidente
della Regione Christian Solinas – si tratta della più grande
attività di screening mai realizzata nell’Isola, che partendo
dall’Ogliastra coinvolgerà l’intero territorio della Sardegna,
con l’obiettivo di spezzare la catena dei contagi e di ridurre
significativamente la circolazione virale attraverso
un’operazione di monitoraggio e tracciamento su vasta scala”.
    Intanto complessivamente salgono a 32.270 i casi di
positività accertati in Sardegna dall’inizio dell’emergenza:
nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale sono
stati rilevati 232 nuovi contagi. Si registrano anche nove
decessi (777 in tutto). Sono 488, invece, i pazienti attualmente
ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (-1 rispetto al
dato di ieri), mentre sono 45 i pazienti in terapia intensiva
(+2).
    Sul fronte vaccini, oggi è iniziata la somministrazione al
personale sanitario anche a Oristano e Olbia, mentre con il 7,5%
delle dosi di vaccino somministrate, la Sardegna resta
terzultima, prima di Molise e Calabria, tra le regioni italiane
nella “corsa” all’immunizzazione di gregge.
    Capitolo scuola. In Sardegna si va verso il ritorno in classe
degli studenti delle Superiori dall’1 febbraio. L’ultima parola
spetta a Solinas, che firmerà un’ordinanza ad hoc, ma è questa
l’indicazione che arriva dal comitato interassessoriale riunito
oggi per valutare quando tornare tra i banchi in sicurezza. Da
giovedì 7 invece scuole dell’infanzia, elementari e medie
riapriranno regolarmente in presenza. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte


Condividi